Día de los muertos con Tlacuilo Arreola e Rocio Neri


DÍA DE LOS MUERTOS
Sabato 3 novembre h.18,00

Tlacuilo Arreola e Rocio Neri presenteranno il “Día de los Muertos” una delle feste messicane più conosciute in assoluto: un evento festeggiato con allegria in tutte le case, strade, piazze e cimiteri del paese. Si festeggia indossando costumi variopinti, si tengono feste e danze e si porgono offerte ai propri cari defunti.
“Non un giorno dedicato alla morte, ma una celebrazione della vita.”
L’origine del Dia de los muertos è azteca e rappresenta, sin dalla notte dei tempi, una commemorazione per il ritorno dei defunti sulla terra, così profondamente sentita e radicata nella tradizione, che nel 2003 l’Unesco ha proclamato la festa come Patrimonio culturale immateriale dell’Umanità.
Allestiranno il tipico “Altar de muertos”, un elemento fondamentale della tradizione, ci illustreranno il significato del simbolismo e degli elementi indispensabili di un altare.
Canteranno e suoneranno musiche tipiche della festa, il tutto corredato da letture di racconti tradizionali.
I bambini potranno conoscere e cimentarsi nell’arte decorativa tipica della festività messicana come calaveritas, papel picado e fiori di carta e, se il tempo lo consentirà, potranno partecipare nell’area esterna ad uno dei giochi tradizionali della festa.
L’evento è adatto a tutti.
Ingresso: 10 euro (adulti) – 5 euro (<18 anni)
Include aperitivo scheletrico. Necessaria conferma di partecipazione.
Tlacuilo Arreola
Danzatore mexica, pittore, musicista e artista poliedrico di origine Yaqui (Messico Settentrionale della famiglia Apache).
E’ impegnato a promuovere progetti di sviluppo pedagogico per gli Istituti Scolastici tendenti a favorire una coscienza multietnica, collabora con Enti ed Artisti per progetti educativi e multiculturali. Tlacuilo arriva in europa nel 1993, anno internazionale degli “indigeni del mondo”, arriva con altri danzatori. Anima incontri e seminari di danza e musica, nello stesso anno da vita ad attività per lo sviluppo pedagogico in scuole della Germania nell’ambito del programma “Kulturel Pedagogish hilfe”. Nel 1994 effettua un tour nei paesi Scandinavi, arrivando poi in Italia dove si stabilisce.
Rocio Neri
In Italia dal 2004, da sempre impegnata ha trasmettere la conoscenza spirituale attraverso le danze e la cultura azteca; dal 2010 organizza a Roma l’altare dei morti per rendere tributo ai nostri defunti e promuovere il Messico come paese fedele alle sue tradizioni.